BENVENUTI NEL BLOG DEL PARCO SEGANTINI

Il nuovo Parco, che dovrebbe essere il terzo di Milano per 2012 05 12 foto 01grandezza, sorgerà nell’area abbandonata da decenni dopo la chiusura dal celebre e meritorio Istituto Sieroterapico Belfanti.

Il Parco si trova nella zona Centro-Sud di Milano, nei pressi dei Navigli, una zona molto caratteristica per la sua storia sociale, urbanistica e culturale ma, allo stesso tempo piuttosto povera di spazi verdi a causa della sua densità abitativa e della sua fitta viabilità. Il recupero di questo grande spazio è di enorme importanza per il quartiere.

La pianificazione urbanistica ha previsto una destinazione polifunzionale, con la creazione di edifici residenziali e parcheggi lungo via Segantini, di edifici commerciali e servizi verso piazza Belfanti, e di verde pubblico. Il progetto mira a realizzare un’opera con la quale fornire ai cittadini un grande spazio ricreativo attraverso una graduale transizione tra la zona più urbanizzata e quella più naturale. A partire da Est l’assetto dell’area sarà il seguente:

  • l’asse stradale di via Segantini;
  • un parcheggio pubblico alberato;
  • un doppio filare di grandi alberi di tiglio ombreggianti un viale pedonale per il passeggio e la sosta;
  • le residenze (quattro edifici abitativi e uno, all’angolo con piazza Belfanti, destinato a esercizi commerciali e servizi);
  • una piazzetta alberata;
  • i giardini delle quattro stagioni;
  • un canale che corre longitudinalmente al parco;
  • una vasta area a prato destinata alla libera ricreazione;
  • alcuni gruppi e soggetti arborei di grandi dimensioni;
  • due aree attrezzate per il gioco dei bambini delle diverse fasce d’età;
  • due aree riservate ai cani;
  • un ampio boschetto di ripa, che costeggia la roggia Boniforti al confine ovest del parco.

Dati tecnici

Zona di decentramento: 6
Superficie: 80.000 m²
Accessi: via Segantini, via Argelati, via Crollalanza, via Liguria, piazza Belfanti
Mezzi pubblici: MM 2 (Romolo) filobus 90-91, bus 47
Principali specie arboree: tiglio (Tilia spp.), pioppo bianco (Populus alba), acero campestre (Acer campestre), nocciolo (Corylus colurna), ciliegio (Prunus padus ‘Watereri’), carbino bianco (Carpinus betulus), ontano (Alnus glutinosa), salice (Salix spp.)
Campi gioco: n.2
Aree cani: n.2